PROSSIMI EVENTI


“CHE COMICO 2019-2020” dieci spettacoli in programma 5 andranno in scena al Teatro Ridotto e 5 al Teatro delle Arti perché alcune rappresentazioni hanno bisogno di più spazio, sia in termini di palcoscenico che di platea.

COSTO ABBONAMENTO A 10 Spettacoli €URO 110 
tazioni: 089 233998 oppure 3274934684 

                         PRENOTA LA TUA RISATA!


TEATRO RIDOTTO

SABATO 19 E DOMENICA 20 OTTOBRE 
LUCIO BASTOLLA  IN “stasera niente di nuovo”



SABATO 26 E DOMENICA 27 OTTOBRE 
PASQUALE PALMA & GENNARO SCARPATO IN “LA STESSA STELLA”

“Domani ti sposi. Il tuo migliore amico è stato appena lasciato.   Non puoi mica sposarti mentre lui soffre? O no?” Ed è proprio da questo paradossale punto di vista che nasce “La stessa stella” il nuovo spettacolo scritto, diretto e interpretato da Pasquale Palma e Gennaro Scarpato. Una commedia con una vena di profonda cattiveria che trasforma per l’occasione il palcoscenico del teatro nel ring della vita dove i due protagonisti lottano a colpi di cinismo e ipocrisia, rancori e desideri, sentimenti e risentimenti; scambiandosi in continuazione i ruoli che vestono per nascondere la propria egoistica natura più profonda. Ad accompagnare i sentimenti degli attori ci saranno le musiche scritte su misura da Tommaso Primo e Giuseppe Spinelli; la scenografia che rappresenta l’essenziale monolocale in cui si svolge la vicenda è di Antonella Di Martino; i costumi sono di Rossella Aprea; la collaborazione ai testi di Oreste Ciccariello.


SABATO 16 E DOMENICA 17 NOVEMBRE 
CIRO ESPOSITO-IVAN BORAGINE-SALVATORE CATANESE in “sotto lo stesso tetto”

La commedia di Luca Giacomozzi “Sotto lo stesso tetto” narra la vicenda di Leo, Carlo e Marco, tre fratelli completamente diversi tra loro (stesso padre ma madri diverse) riuniti in un piccolo appartamento che fu del defunto padre. I tre si ritrovano, dopo alcuni anni di lontananza, a condividereil ristretto spazio della modesta abitazione lasciatagli in eredità dal padre.La presenza di scatoloni in scena ha un duplice effetto: quello di rendere l’idea di una casa non ancora sistemata ed in precario stato di disordine e quello, più metaforico, di mostrare la curiosità e l’aspettativa di cosa possano nascondere degli scatoli vecchi, apparentemente sudici e ingombranti ma capaci di celare segreti e ricordi in grado di consentire la riscoperta dell’affetto tra i tre fratelli.Oltre agli scatoloni, i tre si trovano davanti un oggetto inaspettato che potrebbe custodire la reale eredità lasciatagli dal padre. È una commedia che affronta la questione familiare da un punto di vista di tre uomini adulti che hanno condiviso l’infanzia e l’ingenuità dei primi anni d’età per poi allontanarsi nella fase adolescenziale e in quella di giovani adulti, quasi come a voler nascondere delle colpe di un padre quasi mai presente e che ora li costringe ad affrontare un passato per qualcuno pesante e per qualcun altro legato ad un futuro pieno di speranza.Pur essendo tra i trenta e quarant’anni, i tre fratelli nel momento in cui si ritrovano sembrano comportarsi come bambini, facendo quasi un viaggio indietro nel tempo che li riporta a riconsiderare questioni che sembravano chiuse.La diversità, i vecchi contrasti, i dissapori, le insofferenze inizialmente allontanano i tre ma poi si rivelano fondamentali per ricostruire un rapporto sull’affetto sopito ma mai dimenticato.


SABATO 8 E DOMENICA 9 FEBBRAIO  
SALVATORE GISONNA & DIEGO SANCHEZ in “c’era una volta anzi due”

trattasi di un moderno varietà a metà tra una commedia, uno spettacolo musicale e uno spettacolo di cabaret, poi il resto lo scoprirete da soli !

SABATO 23 E DOMENICA 24 FEBBRAIO 
COMPAGNIA LE OMBRE in “tre sogni in affitto”

Uno specchio rotto. Due ragazzi con un sogno nel cassetto. Tre fantasmi. Milioni di risate. Una storia come tante, una storia di oggi. Un futuro incerto e un sogno irrealizzabile in una cornice dai toni farseschi e favolistici. �Tra scherzi e classici doppi sensi, della più antica e apprezzata scuola del teatro napoletano, si districano i personaggi e la loro evoluzione. Un viaggio tra l’onirico e il quotidiano, tra desideri e senso pratico , tra sogno e realtà. Scritto e diretto da Gianni D’Amato

TEATRO DELLE ARTI

SABATO 9 NOVEMBRE 
MASSIMO BAGNATO-DADO-DARIO CASSINI-CARMINE FARACO in “i fantastici 4”

vedrà alternarsi sul palcoscenico il romano MASSIMO BAGNATO che ha raggiunto la notorietà con la sua comicità nonsense, rovesciando il cliché del comico moderno. E’ conosciuto per il “tormentone del braccio”: durante le sue apparizioni televisive e i suoi spettacoli teatrali intervalla i monologhi con frequenti richieste che coinvolgono lo spettatore, a cui è richiesto di alzare il braccio quando è chiamato in causa; si passa a Gabriele Pellegrini, meglio noto come DADO comico, cantante che ha dedicato la sua vita allo spettacolo fino a partecipare nel 1997 al Concorso Nazionale di cabaret “Riso in Italy” dove si è distinto per la sua originalità, vincendo tutti i premi: ha creato il format Dado Canta la Notizia  collezionando sul web milioni di visualizzazioni e assoluti consensi da pubblico e critica, che lo hanno portato a vincere il prestigioso Premio Internazionale della Satira d’Attualità di Forte dei Marmi. Altro protagonista della serata sarà il napoletano Carmine Faraco diventato popolare per aver partecipato ad alcuni film molto famosi come Ricomincio da Tre, I fichissimi, Il tassinaro e L’allenatore nel pallone e a programmi televisivi come Il Maurizio Costanzo Show e Colorado. Ultimo ma non ultimo il partenopeo Dario Cassini noto al grande pubblico per la sua partecipazione al programma televisivo Le Iene. È noto anche grazie alle sue molteplici apparizioni al Maurizio Costanzo Show. Per la televisione è stato comico a Zelig e a Colorado, attualmente conduce un programma radiofonico su Radio Kiss Kiss. Ha preso parte ai videoclip “Se tornerai” degli 883 e “Primavera” di Marina Rei, oltre ad essere stato tra i protagonisti della nona stagione di “Don Matteo”. Nei suoi spettacoli di cabaret le donne sono sempre l’argomento principale per le loro manie, i loro tic, le loro fobie e per le diverse tecniche di corteggiamento da usare nei loro riguardi. Una serata tutta da ridere.


SABATO 11 GENNAIO
ANTONELLO COSTA in “ridi con me terapia di gruppo”
RIDI CON ME terapia comica di gruppo con Antonello Costa – Annalisa Costa e il corpo di ballo. Antonello è considerato uno dei massimi esponenti del varietà italiano. A dimostrarlo le 100 repliche della scorsa stagione teatrale e la presenza nei cartelloni dei più importanti teatri nazionali (teatro Olimpico Roma – teatro Alfieri Torino ) toccando, oltre Roma, Torino, Milano, Bologna, Palermo, Catania e tante altre città. Ridi con me terapia comica di gruppo è lo specchio della filosofia artistica del comico siciliano, cioè usare la risata come terapia per dimenticare i problemi, lo stress e le nevrosi che la società moderna ci costringe a subire. Al pubblico quindi verranno sottoposti una serie di personaggi, numeri comici, macchiette, monologhi e canzoni ballate e cantate che avranno il solo e unico scopo di farlo sorridere, come una seduta terapeutica di gruppo. Antonello vestirà i panni di Don Antonino e Tony Fasano, il torero Joachim Cortos e il balbuziente, coinvolgerà con una macchietta napoletana, omaggerà il principe della risata Totò e tanti altri numeri scelti tra il vasto repertorio.


SABATO 29 FEBBRAIO INGRESSO € 20
I DITELO VOI in “il segreto della violaciocca”

“Il segreto della Violaciocca” è il nuovo esilarante spettacolo de I Ditelo Voi. Una black comedy tutta da ridere nella quale non mancheranno di certo bugie, gelosie e colpi di scena. Gli stravaganti condòmini/inquilini di una fatiscente palazzina si troveranno, loro malgrado, ad affrontare insieme un segreto. Un segreto che diventerà per lo spettatore come un’ossessione; un segreto che ha il sapore dell’assurdo, del comico, del surreale nello stile proprio del noto trio partenopeo ma che in alcuni casi corrisponde al lato più oscuro della nostra società.

SABATO 21 MARZO
PEPPE IODICE in “tutte scemità”

SABATO 4 APRILE
SIMONE SCHETTINO in “il meglio di”

Condividere è tenere a qualcosa ...Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
Share on Facebook
Facebook
Email this to someone
email
Share on LinkedIn
Linkedin